accedi   |   crea nuovo account

Nascita Allucinata

Notte passata in un luogo lontano
non ci sono maschere
cadono le barriere di ogni vana falsità
Buio
liquido amniotico
mi avvolge
sento il calore
sono solo io
Luce
ricrea mondi falsi
uccide la sicurezza
mi strappa dal gravido ventre dell'acido
ed io rinasco mentre già vivo.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 24/11/2013 01:15
    La rinascita in seguito a un viaggio allucinante, oltre la barriera dei sensi e della razionalità. Un incubo colorato.

2 commenti:

  • augusta il 28/11/2013 14:17
    cara martina alessandro è un maestro in questo... cmq.. 1 beso
  • Martina Giurgevich il 24/11/2013 01:37
    E poi trovarsi in una realtà grigia e con i sensi attutiti proprio dalla razionalità. A volte è difficile svegliarsi dagli incubi.
    Grazie per la recensione, fino ad ora non avevo mai avuto il coraggio di far leggere le mie poesie a nessuno. E tu mi hai capita perfettamente, è una piacevole sorpresa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0