username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Duole vivere

In questo pomeriggio infuocato,
mentre scrivo, il sole è onnipotente,
c’è un’allegria dell’aria che brucia
sulla pelle.
La giornata sta terminando
in un azzurro intenso.
Duole vivere, ma in modo lontano.
Il sentire non importa.
Nell’azzurro inebriato e più azzurro
che si specchia nei condomini,
l’ora indefinita si fa sera un po’ di più.
Torna leggera o fine del giorno,
torna leggera onda di luce esausta,
malinconia della sera inutile,
calda e lucente che entra nel mio cuore.
Torna leggero e soave o indefinito azzurro
della sera ardente, posa triste
sulla terra semplice e fredda.
Torna leggera, cenere invisibile,
monotonia afflitta, noia senza sonno!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Michele Arcangelo il 23/12/2008 03:48
    divina...
  • Irene Castellini il 27/11/2008 12:27
    Leggere le tue poesie mi dà i brividi. Spero che un giorno possa godere una splendida alba. Sempre brava. Irene
  • Ada FIRINO il 20/06/2008 13:01
    Torno ogni tanto su questa poesia, dolce-malinconica. Mi rispecchio in questi versi.
  • Ada FIRINO il 27/04/2008 00:01
    Ho riletto ancora questa poesia, la trovo molto bella.
  • Ada FIRINO il 14/12/2007 00:39
    Ancora dolcezza e malinconia per una poesia che sembra il canto di un cuore che cerca la pace, un canto che vola leggero e colora l'azzurro.
  • giancarlo noferi il 18/10/2007 10:19
    posia molto bella, che esprime con dolcezza la malinconia di un'anima in cerca di calore e di amore.
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/09/2007 10:47
    Versi d’animo tribolato ma, ben plasmati da un poeta cosciente della realtà che lo circonda.
  • Ivan Bui il 21/09/2007 21:01
    Versi di rara bellezza.
  • Donatella il 19/09/2007 21:05
    effettivamente penso che bisogna star male per star bene, toccare il fondo per risalire... ciao
  • Michelangelo Cervellera il 18/09/2007 20:47
    Sento malinconia, mi sembra non cerchi più la "vita". La poesia mi è piaciuta, ma brucia Donatella, Brucia e rinasci. Michelangelo
  • roberto mestrone il 16/09/2007 20:50
    Donatella,
    spero che anche la serenità si posi, ''leggera'' ma sicura, sul tuo cuore.
    Ro
  • Riccardo Brumana il 14/09/2007 00:16
    hmmm... ci vedo poco entusiasmo; peccato.
  • augusto villa il 08/09/2007 10:07
    sinceramente non so comecommentarla, del resto, parla da sè... Posso solo dirti che mi è piaciuta!... Ciao!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0