PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mite di Marzo

E mi disordinano
le tue labbra sulla mia pelle
in dolci tratti


il non far rumore
discusso disteso
sul manto della pelle


il crac che s'abbandona
rimane come arenile di dicembre


Dove..


e nel momento
che si spruzza il flutto
fa circolo al suo sentire in testa


Giacche esisti nell'ombra
senza mirarmi
e caldo mi sei vicino

Un respiro chiacchierato
sul guanciale
la realtà sincera
della tua mancanza

il desiderio addolcita
d'un giuramento


Probabilmente ti ripresenterai, diversa...
differente clima mite di Marzo

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0