PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Abbracciati

Abbracciati,
è una tavola la favola,
con gli affetti affettati,
ma nel bene fetta per fetta gustati,

tortelli di zucca con altri primi piatti
per quelli rossi in zucca
che nei bicchieri i sorrisi nuotano distratti.

È la nostra carne che frigge sta insieme,
una costata un petto arrosto,
lì dove la gioia preme
con brama difendo il posto.

Ritratti questi che non saziano mai,
condita la vita si contano sulle dita i momenti
che bruciano i tormenti.

Distrutto e sereno,
vuoi perché di strutto sento l'odore,
rumore che sempre imiterà il cuore.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 25/11/2013 07:14
    Ricordi romantici che bruciano ed ardono nel cuore di colui che li ha vissuti...
    Simpatico ed originale modo di di raccontare momenti nostalgici... Quasi a volerli servire su un piatto caldo... Bravo

1 commenti:

  • Alessandro il 26/11/2013 00:07
    Un'onesta ironia che si amalgama con il romanticismo, in un contatto fisico di corpi bollenti e croccanti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0