accedi   |   crea nuovo account

Nel silenzio

Silenzio,

lo strano silenzio della notte,

così irreale,

totale...

mi fischiano le orecchie.


Silenzio rotto

dal vago lamento di un cane,

o dal canto di una cicala.


Guardo lontano:

fioche luci

e poi il buio...

sono solo,

non ho freddo,

non ho paura.


Veglio.

 

l'autore Nicola Lo Conte ha riportato queste note sull'opera

Poesia scritta da ragazzo... che condivido volentieri con i miei Amici.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 27/11/2013 15:23
    Un laudo sincero per questa tua eccelsa davvero!
  • Anonimo il 25/11/2013 08:16
    Purtroppo o per fortuna, non si è mai in silenzio, almeno per me è così. E quando proprio è silenzio, c'è il mio intimo che parla... e non posso fare a meno di sentirlo.
  • Rocco Michele LETTINI il 25/11/2013 05:35
    Il grande silenzio della notte che non ci dà freddo, non ci dà paura... ci fa vegliare in una moltitudine di pensieri, di malinconie, di tormenti... Una sequela che è anche mia e non posso elogiarti per quanto decantato ne l'eloquenza...

21 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 28/11/2013 18:36
    Grazie, Maria Rosa... per il tuo commento. Felice che ti piaccia ciò che scrivo...
  • Maria Rosa D. il 28/11/2013 16:48
    La misteriosa notte che ispira sentimenti e sensazioni e nel silenzio, prendono vita ricordi del passato e sogni del presente. Molto belle le tue poesie. Ciao.
  • Nicola Lo Conte il 27/11/2013 17:44
    aro Do, grazie per la tua benevola recensione...
  • Nicola Lo Conte il 26/11/2013 21:50
    Ciao, Mara... sono momenti della vita, e mi piace sapere che anche tu hai vissuto momenti simili...
  • Nicola Lo Conte il 26/11/2013 21:47
    Ciao, Loretta, grazie... sei gentile come sempre...
  • Nicola Lo Conte il 26/11/2013 21:47
    Grazie, Alessandro... per il tuo gradito commento...
  • Mara il 26/11/2013 19:50
    Bella Nicola la descrizione di questo tuo momento, ho vissuto anch'io, in passato, momenti così. Non riesco però a ritrovarli!!!!
  • loretta margherita citarei il 26/11/2013 05:37
    molto apprezzata complimenti
  • Alessandro il 26/11/2013 00:07
    Opera giovanile letta con piacere.
  • Anonimo il 25/11/2013 19:54
    Grazie Nicola del tuo consiglio.
  • Nicola Lo Conte il 25/11/2013 18:51
    Cara Paola, battuta per battuta, spero che l'orchestra sia accordata e suoni bene ! Prova a bere molta acqua, a piccoli sorsi e fuori dai pasti, alle volte migliora gli acufeni.
  • Nicola Lo Conte il 25/11/2013 18:48
    Grazie, Marcella, per il tuo commento... sei molto gentile...
  • Nicola Lo Conte il 25/11/2013 18:47
    Grazie, Marcella, per il tuo commento... sei molto gentile...
  • Nicola Lo Conte il 25/11/2013 18:46
    Ciao, Salvatore... hai ragione, tuttavia, a volte si può scegliere di restare semplicemente in ascolto... soprattutto da ragazzi...
    Grazie per il tuo gradito intervento...
  • Nicola Lo Conte il 25/11/2013 18:42
    Carissima Caterina, si, ascoltavo il silenzio, da ragazzo, di notte, lasciando liberi i pensieri...
    Grazie per il tuo commento...
  • Nicola Lo Conte il 25/11/2013 18:33
    Caro Rocco, è vero, ho provato a descrivere le sensazioni che provavo... e sono lieto che tu le abbia condivise...
  • Nicola Lo Conte il 25/11/2013 18:28
    Cara Vera, sono in armonia con te... la poesia l'ho scritta da ragazzo, ed ho voluto fermare una immagine...
    grazie...
  • Anonimo il 25/11/2013 17:09
    Bella e condivisa la tua poesia. La solitudine e il silenzio per alcuni è angosciante.
    Permettimi una battuta Nicola... la prima strofa mi ha fatto venire in mente una cosa: A me fischiano le orecchie (acufeni) se sono sveglia di notte, nel pieno del silenzio! Sono in compagnia di un orchestra!
  • Anonimo il 25/11/2013 15:35
    Il silenzio della notte, quando si è svegli, non inquieta e non fa paura anzi invita a scrivere una bella poesia
  • Caterina Russotti il 25/11/2013 06:48
    Una mancanza del sonno ristoratore che non inquieta l'animo del poeta, tanto da fargli ascoltare il silenzio che c'è intorno a Lui e cogliere il canto melodico della cicala o chissà ... Di un cane e scrivere questi bei versi di pace profonda.
  • Anonimo il 25/11/2013 01:40
    Anch'io sono sveglia, Nicola, ma sola non mi sento, mai, anzi! Una moltitudine avverto attorno a me... Non confusa, no, ben distinta in tutti i suoi Componenti: tanti Fratelli, tante sorelle... Ognuno con le sue gioie, i suoi dolori... A tutti e ciascuno un abbraccio denso d'Amore... Ma sentiamoci abbracciati soprattutto da Dio e dai nostri Cari che già con Dio sono!
    Vera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0