accedi   |   crea nuovo account

Apologia d'un amore

Apologia d'un amore

Ogni tempesta ha la sua fine
il sole incalza le furiose nuvole
chiederà l'ausilio del vento compagno
per scacciarle e far brillare ancora
gli occhi d'un amor sicuro
che non teme i malevoli auspici
di chi arido si rivolta alla pace
d'anime c'accarezzano l'infinito cielo
Sussurrano nenie e cantano al mondo
la gioia per la vergogna di vati del buio
Quel verbo spezza loro l'arroganza
distrugge l'insipienza c'avvolge loro stanze
Soli rimarranno a guardar quei sorrisi
a sentir le loro voci che in sordina s'amano
Scruterò ancora con stupore l'amore che m'invase
come acqua del Giordano alla rinascita

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 28/11/2013 05:32
    molto bella complimenti
  • Anonimo il 27/11/2013 18:48
    Bei versi Francesco... Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0