accedi   |   crea nuovo account

A Enrico Caruso

Non fu che il primo canto fortunato
quel del vagito che s'udì sì forte
al primo piano e rimbombò alle porte
d'ogni palazzo in via San Giovanniello.

Fu il pianto del fenomeno ch'eri nato
per porre fine a quella triste sorte
che si accanì ben diciassette volte
sferrando mortal colpo al tuo fratello.

Enrico dei Caruso fosti chiamato:
al fabbro Marcellin e sua consorte,
Anna Baldini, le speranze tolte
deiscenti fur con te, loro granello.

Di umor mutevole e scatto sì immediato
ma sempre dolce e di natur solerte
benchè apparisti puntiglioso a volte
scritto sull'acqua il tuo rancor fu quello.

Ancor bambino e già prodigio innato
le prime basi della canora arte
ti furon date dal mio bisnonno in parte,
Raffaele, maestro di piano e ritornello.

Da allor più forte al canto appassionato
nei cori in chiese e nei teatri inoltre
la voce tua sia giorno che di notte
venne apprezzata a nome Carusiello.

Allo "Strasburgo" a Napoli scritturato
cantasti anche al "Gambrinus" note alte
ma la tua fama dovea sconfinar oltre
dall'Italia, finanche da Parigi con l'Othello.

Così ti arrise il gran successo attuato
grazie a quel timbro portato sino a corte
e le attenzion di illustri autor rivolte
ma nel tuo cuor restasti Carusiello.

E se il più gran tenor di tutti i tempi
ti decretaron unanimi i consensi
a Napoli lasciasti la tua voce:
rimbomba nel riposo a San Giovanniello.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/11/2013 15:19
    Complimenti! Solo un esperto poteva dedicare questi versi alla potenza della voce di Caruso.
  • Caterina Russotti il 29/11/2013 23:44
    Grazie Claudio per avermi raccontato la storia di Enrico Caruso in mirabili versi poetici. Davvero, davvero bravo. Complimenti.

2 commenti:

  • Greca Cadeddu il 11/12/2013 08:14
    Adoro Caruso e ti ringrazio per questi versi bellissimi
  • Alessandro il 30/11/2013 14:26
    Dedica sentita a una leggenda del bel canto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0