accedi   |   crea nuovo account

La chiamavano missione umanitaria

Eravamo li,
ce la facevamo addosso dalla paura
piccoli e inetti,
pronti al macello,
il nostro macello;
questo era il problema.

Eravamo li
Con la bava alla bocca
Sbrodolandoci addosso
Come marmocchi in fasce.

Il coglione del momento
Chiese al gran capo
"qual è il nostro compito qui?"
Come risposta ottenne la peggiore
Nessuno di noi avrebbe voluto sentirla,
e il gran capo rispose,
urlando e sputando
"il vostro compito è lottare, saltare in aria, soccombere,
insomma il vostro compito è morire;
Il nostro compito è avvisare le famiglie della vostra morte,
e fanculo il falso buonismo, i sentimentalismi,
fanculo all'ipocrisia, questa signori miei
è la guerra...
A voi poveri cristi qualunque spetta la morte,
a noi potenti,
spetta la storia..."

 

2
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 30/11/2013 14:39
    un "full metal jackhet" con in più considerazioni crude sulla realtà della guerra e del potere, soprattutto del potere, in fondo la guerra è una scusa... piaciuta molto
  • Caterina Russotti il 30/11/2013 12:08
    Mi hai lasciato senza parole con la tua capacità di usare bei versi che arrivano dal cuore per dirci... apri gli occhi..

7 commenti:

  • Anonimo il 04/12/2013 19:39
    Evviva... mi è piaciuta... la tipica poesia prosastica dotata di grande forza espressiva e con il merito di spiattellare la verità o almeno alcuni aspetti di essa nei riguardi della guerra. bravo... mi è piaciuta... anche originale, personale... un saluto.
  • ignazio de michele il 04/12/2013 17:19
    dissacrante ma, VERA!
    piaciuta!
  • Fabio il 01/12/2013 15:42
    grazie per averla letta e apprezzata, mi fa molto piacere che sia piaciuta, temevo che invece non venisse capita o comunque non apprezzata dai moralisti finti patrioti, ma non è stato così mille grazie
  • Alessandro il 30/11/2013 14:06
    Tragicamente attuale, uno schiaffo alle menzogne in giacca e cravatta.
  • Chira il 30/11/2013 13:24
    Se tutti gli uomini divenissero obiettori di coscienza e saltassero in aria tutte le fabbriche di armi... La quadratura del cerchio di questo nostro vivere! Alle missioni umanitarie non ci ho mai creduto e tu in modo crudo lo riaffermi.
    Chiara
  • Anonimo il 30/11/2013 12:59
    La guerra, le sue atrocità, in poche parole senza perifrasi.
    Eloquente.
  • Roberto Luffarelli il 30/11/2013 11:47
    Una delle poliedriche facce della gemma della verità!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0