PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amanti

Amammo senza fragili promesse
fino al dì in cui, senz'odio e senza scherno,
partimmo; piansero le labbra spesse

un alito da lor creduto eterno.
Fuggimmo, e in quelle case ora dimesse
scintilla il fuoco all'ombra dell'inverno;

nelle sere ove il tempo è chiuso fuori
si fa nel petto d'amati e d'amate
il palpitare degli antichi ardori

tempesta, e noi siam come le folate
che investono i ricordi e contro i cuori
si schiantano, ora calde, ora gelate.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

9 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 06/12/2013 14:32
    Si snodano, i versi, in un -bel- crescendo misto tra malinconie nostalgiche e nostalgie malinconiche; fatte, constatando, ciò che rimane quando un amore, creduto eterno, finisce.
    ... bellissimo quel fuoco, cmq acceso che fa venire in mente un amore stroncato da un destino avverso...
  • Francesca La Torre il 06/12/2013 12:30
    veramente bella, scritta con notevole vena poetica. Stupendo il contenuto. complimenti.
  • Giulia Aurora il 03/12/2013 22:17
    Già profonda bella e appunto scritta benissimo ha anche suo e ritmo sempre notevole questo autore
  • Nicola Lo Conte il 02/12/2013 17:49
    Bella, nei contenuti e per come è stata scritta.
    Rileggendola si apprezzano meglio alcune scelte nelle parole usate.
    Bravissimo.
  • Anonimo il 01/12/2013 11:13
    Scrivere a se stessi è di conforto quando si ricordano gli amori vissuti nel bene e nel male. Mi cattura quel " labbra spesse" che mi fa pensare alle labbra piene di lei o alla rigidità del dolore che le contrae. Forti espressioni sembrano raggelare i ricordi, ma essi sono protetti tra i muri degli antichi ardori.
    Ho scritto troppo, ma non è abbastanza.
  • Anonimo il 01/12/2013 08:58
    Gli amori nascono e muoiono, ma non muore il ricordo che, in alcuni momenti, può venir fuori prepotente. Bellissima Alessandro!
  • Rocco Michele LETTINI il 30/11/2013 17:04
    Un ricordo che piange l'antico ardore... in un verseggio metricalmente onorabile e sapientemente costrutto... È IL POETA CHE FIRMA... IL MIO ELOGIO E IL MIO PLAUSO
  • Anonimo il 30/11/2013 16:16
    il palpita del cuore nel ricordo
  • ciro giordano il 30/11/2013 15:55
    classica, e drammatica... nella disciplina formale, nell'attenzione alla forma, sei riuscito anche a dargli un palpito, cosa non sempre facile, e dire del dramma del perdersi e del trovarsi, vecchio come l'amore

13 commenti:

  • Greca Cadeddu il 07/12/2013 09:20
    Sublime! Ogni aspetto del ricordo è poeticamente espresso, complimenti
  • Fabio Mancini il 06/12/2013 09:51
    Grande stile e buon contenuto. Ciao, Fabio.
  • Anna G. Mormina il 05/12/2013 19:49
    Anche il mio cuore, a volte, si schianta contro questo genere di folate... preferisco ricordare "quelle calde" e cerco di dimenticare "le gelate".
    Complimenti, molto bella!
  • Maria Teresa il 05/12/2013 10:42
    Davvero versi notevoli!
    Li sento molto miei, cioè vicini al mio animo ed è per questo che ho messo la lirica tra i preferiti.
    Bellissima la terzina finale.
    Complimenti Alessandro
  • Anonimo il 05/12/2013 09:14
    versi incantevoli bel stilati come sempre grande ale bravo
  • Don Pompeo Mongiello il 05/12/2013 07:25
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua eccelsa!
  • Anonimo il 04/12/2013 17:38
    Un amore breve ma intenso, adesso ritornano i ricordi come folate di vento freddo. Bellissima poesia
  • Grazia Denaro il 04/12/2013 12:49
    Una poesia di spessore i cui versi parlano di ricordi d'amori finiti, tutto scritto con versi scorrevoli, piacevole alla lettura.
    Bravo come sempre Alessandro!
  • stella luce il 03/12/2013 12:29
    versi molto belli... la fine di un amore... ricordi che tornano come folate di vento... davvero stupenda
  • Ugo Mastrogiovanni il 03/12/2013 09:08
    Lirismo DOC, corposo e di elevata gradevolezza.
  • ignazio de michele il 01/12/2013 10:02
    stesura impetuosa che ben rappresenta il pensiero dell'Autore.
    piaciuta.
  • Maria Rosa D. il 01/12/2013 08:56
    Un amore breve, intenso. Un addio, i ricordi e il rimpianto. Sentimenti e sensazioni espressi benissimo.
  • loretta margherita citarei il 30/11/2013 18:52
    bellissima complimenti alex

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0