PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Occhi di cielo e Labbra di luna

Occhi di cielo stava seduto,
stava seduto in riva al mare
a lanciare sassi dentro l'acqua,
e per ogni sasso che lanciava
si lasciava sfuggire un pensiero.

Labbra di luna non lo capiva,
ma lo ascoltava in silenzio
e guardava le onde inghiottire
i suoi più segreti desideri
mentre il giorno mangiava la notte.

"Se solo potessi dirti ti amo,
senza farmi tremare la voce,
e tenerti per sempre la mano
assaporando i tuoi sospiri,
forse saprei di essere uomo.

Come l'alba t'indora i capelli
ed il vento sospinge nell'aria
il caldo odore della tua pelle,
cerco riparo tra le tue braccia
e nulla è più dolce del tuo riso."

Mentre fluisce, insieme la vita,
Occhi di cielo e Labbra di luna
stanno seduti in riva al mare
e fanno a gara di chi lancia
più lontano, sogni e pensieri.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 05/12/2013 00:59
    Vero, anche a me, è sembrata una favola... È come se la luna e il cielo fossero teneri amanti che per incanto si trasformano in esseri umani... per poi ritornare.. Luna e cielo..
    Stupenda

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0