accedi   |   crea nuovo account

Temporale

Fulmini e tuoni si susseguono nel grigio cielo,
l'acqua flagella le vecchie tegole,
si sente il rombo dei ruscelli
che scorrono impetuosi.
Poco lontano la fiumara si è allargata,
a riprendersi l'alveo deturpato,
dove la mano dell'uomo, a torto,
aveva da tempo spadroneggiato.
E mi sovviene l'antico detto:
"Con fiumare e padroni,
non avrai mai ragione"

 

2
3 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/12/2013 07:44
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua tanto tanto bella!
  • Caterina Russotti il 04/12/2013 19:38
    Una bellissima immagine in versi del temporale con una chiusa che fa riflettere sul l'importanza di rispettare la natura e di "ragionare prima di costruire un qualcosa" complimenti
  • Rocco Michele LETTINI il 02/12/2013 14:52
    Rapportiamolo a quanto è successo in Sardegna e l'elogio è doveroso per quanto dici in sublim distico di chiusa...
  • Anonimo il 02/12/2013 13:21
    Immagini molto intense del temporale, mi sembrava di esserci dentro.
    Bella la morale conclusiva, quando la natura si ribella è quasi sempre colpa dell'uomo.
  • Anonimo il 02/12/2013 12:14
    Magnifica descrizione di un temporale, ma eccellente la sintesi della morale nella chiusa.
    Purtroppo, non serve piangere, quando causa del nostro male siamo noi stessi, almeno nella maggior parte dei casi.

3 commenti:

  • Alessandro il 04/12/2013 23:20
    C'è sempre un temporale a spaventarci, un fiume a travolgerci. Forze più grandi di noi.
  • Ugo Mastrogiovanni il 03/12/2013 11:25
    Un quadro esemplare associato ad una lectio magistralis.
  • loretta margherita citarei il 03/12/2013 05:39
    bella poesia molto apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0