PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Zi' Ricembre

Cittu cittu,
a la cutichella
lu zi' Nuvembre
se ne itu;
vene nu vicchiariellu
frischu frischu,
e tante arie
si dà,
lu lustru Ambrogio
e lo Nicolò,
se non ché la Lucia,
ne lo su'
diario
ha
come amici
de su' beltà,
a la fin poter
senza alcun indugio,
che in Issu
lu Messia
vene,
a glorificar zi' Ricembre,
lu suttuscrittu,
che li Natal
putette dar.

 

0
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • loretta margherita citarei il 04/12/2013 07:26
    apprezzatissima bravo don
  • Antonio Garganese il 03/12/2013 19:50
    Il tuo benvenuto al nuovo mese. Bravo Don, godibile poesia.
  • Anonimo il 03/12/2013 18:57
    bella don... un mese privilegiato el quale nasce il Signore... bella lirica...

4 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 05/12/2013 08:11
    Sempre bravissimo il nostro Don.
  • Anonimo il 05/12/2013 07:46
    Una poesia in vernacolo molto bella. Dicembre è un mese privilegiato perchè ci sono tante feste, ma soprattutto si festeggia la nascita del nostro Salvatore
  • Rocco Michele LETTINI il 03/12/2013 19:40
    Eh la mia testolina distratta... Era recensione Don
  • Rocco Michele LETTINI il 03/12/2013 19:39
    Dicembre... tra tanti amici e amiche.
    Dicembre... glorioso.
    Dicembre... d'amore e di pace.
    Dicembre... nel lodevole decanto d'un Don... IL MIO ELOGIO

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0