username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Così

Certi giorni nascono così...
Tra le braccia del sole
Certi giorni tornano quando meno te l'aspetti
Ti colgono sempre impreparata
Un abbraccio un ombra un silenzio
I ricordi tornano da vicino e da lontano
Ma tutti dallo stesso posto in cui pensavi di non incontrarli più
Su scarpe di fango e di corse
Su strade asfaltate e di sassi
Su prati su vette remote
Che importa? Quando ti trovano
I miei ricordi raccolgono nuvole e cielo
Ma poi si fermano davanti a una porta di ghiaccio
Sono fiori che abbassano il capo

 

3
5 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 08/12/2013 09:18
    Tutti i giorni ci sono pensieri. Partono da un ricordo sfumato come nuvola, descrivono il calore del sole e la brutta sensazione gelida del ghiaccio, questi sono e così si prendono per come arrivano. Come i versi di poesia. Bentornata.
  • francesco contardi il 07/12/2013 13:56
    i ricordi raccolgono tutto, la vita è un banale "cosi" di tutti i giorni! apprezzata laura
  • Darkbovary il 07/12/2013 13:56
    Ricordi che non ti aspettavi ritrovare, ricordi che desideravi riabbracciare, tutti vengono a bussare alla porta del cuore.
    La vita con i suoi trascorsi ti rende più forte e vigile, ma di continuo ti trascina nel suo vortice e tu non puoi opporre difesa alcuna...
  • Auro Lezzi il 07/12/2013 09:56
    Anche se non era firmata, leggendola avrei detto la mia Lauretta è tornata... L'ultima volta era poco dopo Pasqua.. Mò è quasai Natale... Non ti permettere di scappare un'altra volta, che la corona di fiori swarà d'uopo.
  • roberto caterina il 07/12/2013 09:50
    Certi giorni vengono così come certe notti di Ligabue... sono fiori che abbassano il capo... bella immagine..
  • Rocco Michele LETTINI il 07/12/2013 09:01
    Toh... chi rileggo!
    UNA SEQUELA CHE PERCORRE I SENTIERI IMPERVI DELLA VITA IN UN ACUTO DILIGENTEMENTE LASCIATO...
    UNA CHIUSA ALTAMENTE RIFLESSIVA NE LA SUA CONCRETEZZA...
    LA MIA LODE LAURA...

5 commenti:

  • augusto villa il 08/01/2014 23:09
  • Alessandro il 08/12/2013 00:28
    Ricordi che tornano inattesi, sia gradevoli che spiacevoli.
  • Darkbovary il 07/12/2013 13:57
    Molto evocativa, complimenti!
  • Fabio Mancini il 07/12/2013 10:21
    Bella la tua contrapposizione tra i ricordi custoditi nel cuore e la realtà dura e imparziale con la quale dobbiamo fare i conti. Fabio.
  • Eugenia Toschi il 07/12/2013 10:00
    Malinconia, che appartiene ai sentimenti, tristi o piacevoli... la chiusa è molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0