username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vivo

Star li fuori,
nel vestibolo del futuro
a contemplare ombre
di coscienze arcaiche
che mordono ancora.

Navigo sui perigliosi flutti
di un passato che non passa
sospinto dal vento forte e sicuro
della tua presenza.

Ciò che sono stato
è la linfa di ciò che sono,
un albero senza radici
è solo legno secco,
io sono un uomo e sono vivo.

 

3
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 10/08/2015 08:53
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua straordinaria davvero!
  • ciro giordano il 07/12/2013 12:58
    L'ultima strofa è filosofia messa in versi, per immagini... Trasuda onsapevolezza insieme ad un soffuso orgoglio, davvero bella

5 commenti:

  • Alessandro il 08/12/2013 00:29
    Un albero senza radici, un eterno pellegrino in cerca della rotta che forse ridesterà in lui nuova linfa.
  • Darkbovary il 07/12/2013 14:31
    Ci lasciamo tentare avvolgere e stritolare dai tentacoli della vita... e rimaniamo pur sempre vivi... molto bella!
  • Rocco Michele LETTINI il 07/12/2013 10:55
    Da l'introspettività... un "forte" messaggio da meditare:
    "io sono un uomo e sono vivo".
    LA MIA COMPRENSIONE MARCELLO
  • Fabio Mancini il 07/12/2013 10:24
    Sana e positiva la tua consapevolezza, anche se penso che non finiremo mai di comprendere la nostra sfaccetta natura. Ciao, Fabio.
  • Eugenia Toschi il 07/12/2013 09:54
    Passato e presente che ci avvolge come un groviglio inestricabile, senza dimenticare chi siamo veramente.
    Molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0