accedi   |   crea nuovo account

Sandali di paglia

I monti ricoperti di ginestre
mi ricordano che è tempo
di risolvere gelidi legami.
Con immenso riguardo
e scandaloso dimenticare
è possibile vedere l'assoluto
dove finisce il pensiero.

Inattingibile è la mente
che non perde la sua bellezza
neppure nel dolore
Dopo tutto il suo coraggio
non può mancare
a chi vorrebbe attraversare il sentiero
con sandali di paglia
per non lasciare impronte.

Così i miei versi propongono
un soave baratto
dove l'aria è un fitto discorso
che racchiude il segreto
di gialle sorgenti che estinguono
le lacrime
per ricamare amori gloriosi.

Dinnanzi a te
fioriscono splendidi i peschi
che portano la tenera primavera.

 

2
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 07/12/2013 13:13
    Un laudo tutto tuo per questa tua meraviglia!
  • Rocco Michele LETTINI il 07/12/2013 11:20
    È LA PRIMAVERA CHE RIPORTA AMMALIANTI ATMOSFERE... MIRABILE NE LO SUO DILIGENTE COSTRUTTO...

4 commenti:

  • Alessandro il 08/12/2013 00:30
    Un soave baratto, si abbandonano le lacrime e ritorna il sentimento. Un miracolo primaverile dove chi è coraggioso ha tutto da guadagnare.
  • Anonimo il 07/12/2013 10:21
    Grazie per averci fatto respirare un po' di primavera proprio ora che siamo alle porte dell'inverno. Si ha bisogno di un po' di leggerezza ogni tanto, proprio quando l'atmosfera è stata, o è ancora diversa.
  • Fabio Mancini il 07/12/2013 09:56
    Molto bella l'ultima strofa. Fabio.
  • Eugenia Toschi il 07/12/2013 09:42
    Bellissima... triste, ma... con la speranza che l'amore "guarirà" le sofferenze. Bravo Roberto. Piaciuta tanto, buon fine settimana.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0