PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Chiamate don 2222

Sona er telefono:
Pronto!
A sora Lena?
Si, e tu chi sei?
So er Bulbo,
me chiamaveno don,
e tu eri mia!
Don Ferraretto,
er parroco de la mia parrocchia?
Comme?
Tu eri sua?
Spiritualmente, se intende!
Er bulbo, Mariolino,
che se t'encontra
te fa a mandolino,
nun so se l'hai capita,
si ancora mia,
e mani estranee
sian via.

 

0
1 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 15/12/2013 18:07
    Grande gioco di parole per uno spaccato di vita che strappa un sorriso...
  • Anonimo il 10/12/2013 15:07
    divertente e simpativa ciao don
  • loretta margherita citarei il 09/12/2013 18:52
    molto originale bravo don
  • Rocco Michele LETTINI il 09/12/2013 18:49
    Vernacolo, romanesco, e un colloquio piacevole... IL MIO ELOGIO DON...
  • Anonimo il 09/12/2013 17:52
    Molto carino e divertente. Bravo come sempre Don!

1 commenti:

  • Grazia Denaro il 09/12/2013 16:36
    Molto divertente, apprezzo le poesie in vernacolo romanesco, buona serata don Pompeo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0