accedi   |   crea nuovo account

Al delta di me

Ogni cosa muta
Non disattende
Il quando

Il solo rifletterci
É perpetuo
Cammino

Come mille anni solinghi
Come la premura
Tenera 
Del rigagnolo a
Far cerchio
Al mare.

L'attimo 
E le memorie
Si trasformano
In imperlate gemme
E sul terreno sempre
La melanconia
Di umidi occhi
Si sparge

Pure l'oceano
Che avverto al centro

Non ha più
Spazi che affiorano
da voler cingere

Come  raminghi
Al delta di me

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/12/2013 07:51
    Un vissuto malinconico che rende profondo questo diligente verseggio...
  • Caterina Russotti il 12/12/2013 07:40
    Il tempo passa ed ogni cosa cambia, e i ricordi si trasformano in imperlate gemme e la malinconia prende il via... Stupenda nei versi e nella sua profondità.

3 commenti:

  • Alessandro il 12/12/2013 22:34
    Tratti, ricordi e sentimenti che si allontanano, trascinati dalla corrente del nostro essere.
  • Giulia Aurora il 11/12/2013 23:59
    Certo un altro modo di soffiarla percepirla ringrazio franco
  • franco buniotto il 11/12/2013 23:34
    Ogni cosa muta.
    Non disattende il "quando".
    Il solo rifletterci
    è perpetuo cammino.
    Come mille anni solinghi
    come la premura tenera del rigagnolo
    a far cerchio al mare.
    L'attimo e le memorie si trasformano
    in imperlate gemme
    e sul terreno sempre la malinconia
    di umidi occhi si sparge.
    Pure l'oceano
    che avverto al centro
    non ha più spazi che affiorano
    da voler cingere come raminghi
    al delta di me.

    A me piace leggerla così e la trovo bellissima. *****

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0