accedi   |   crea nuovo account

Il mio fiume

Inondato di mestizia mai più.
Pacato ora è il fiume.
Son le tue amorose blandizie
a far si che l'acqua scorra a te.

Valoroso rinfresco il tuo amarmi.

Ti emergi a me
come palafitta nella riviera,
piacevole abitazione da condividere,
perdutamente in entrambi.

Follemente coltivato il mio amarti.

Il piccolo nocciolo d'essenza
sé pian piano concretizzato
nella vasta pianura
d'amorevolezza quale valiamo.

Sei modella per l'esultanza di vita,
lei è la tua
accurata fotocopia,
autentica floridezza.

La pietra preziosa
che nel mio fiume fluttua e non affonda,
sorretta dall'animosa unione
dell'amarsi nostro genuino.

 

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 18/12/2013 15:29
    si sente molto che la poesia si regge su una "struttura faraonica"... parole e metafore scelte con estrema cura... complimenti!
  • Anonimo il 16/12/2013 22:03
    Una dedica d'amore in versi, dalla sorgente alla foce, di un fiume ricolmo di sorprese e che lambisce attimi assaporati insieme alla persona del cuore. Significativa la metafora di quella pietra preziosa che l'acqua trasporta con se, mantenendola in superficie, senza farla affondare. Lirica davvero apprezzata. Sinceri complimenti!
  • Caterina Russotti il 12/12/2013 15:05
    Un'amore genuino che scorre liscio come un fiume nel congiungersi alla foce. Bella la metafora del fiume... Sempre belle e delicate le tue poesie d'amore.

2 commenti:

  • Alessandro il 12/12/2013 22:17
    Le pietre più preziose, leggere e pure che galleggiano invece di affondare. Delicata metafora.
  • Eugenia Toschi il 12/12/2013 09:55
    la forza dell'unione e dell'amore mantiene a galla nel flusso della vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0