accedi   |   crea nuovo account

Allucinazioni ottiche

File di lampioni dalla gialla luce
come spettri nella nebbia
che illuminano il cammino.

Occhi di sconosciuta provenienza
come spilli sul cruscotto
che scrutano il selciato.

Gradazioni celestiali tra l'azzurro ed il rosa
come dune del deserto
che attendono l'esploratore.

Vista annebbiata dalla mancanza di occhi
come oscurati dalla foschia dei giorni
che accelerano la fine.

 

3
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 13/12/2013 14:00
    Atmosfera misteriosa, quasi desolata di un futuro che incombe. Un futuro sconosciuto, che un po' ci spaventa.
  • Caterina Russotti il 13/12/2013 12:14
    Una foschia che appanna il cuore e la mente di colui che l'attraversa, facendogli vivere attimi di assoluta apatia. Tristemente Bella... Speriamo che al di là di quella fitta nebbia ci sia un po' di sole.
  • Rocco Michele LETTINI il 13/12/2013 11:56
    Terzine profondamente forgiate... Un esimio, libero verseggiare...

1 commenti:

  • Glauco Ballantini il 13/12/2013 21:31
    A volte anche luce gialla non è sinonimo di calore. Peccato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0