PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Centro

Quando decisi di vivere dovetti morire
poiché uscire dalla tana
in pieno giorno
abbagliò la mia cecità
le mie membra bruciarono al calore
mangiai miele
avvelenando la mia lingua

Immensi furono gli attimi
che precedettero la mia dissolvenza
e nel punto più profondo della mia coscienza
sognai l'oscurità che mi aveva protetta
ignara
in una serena irrequietudine

Quando decisi d'esistere
mi risvegliai
al centro del cerchio perfetto mi ritrovai
un corvo e una colomba si posarono sulle mie spalle
e divenni inverno
e poi
neve

 

3
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 16/12/2013 11:17
    Stupenda poesia che analizza un percorso di vita. Mi piace molto la parte del risveglio e del cerchio perfetto dove colo a e corvo si incontrano.
  • Anonimo il 15/12/2013 21:15
    molto bella, chiusa fantastica...
  • ciro giordano il 15/12/2013 20:16
    incipit favoloso per una poesia molto bella, di alta drammaticità, la chiusa bellissima mi ricorda Emily Dikinson

1 commenti:

  • Aedo il 22/12/2013 16:26
    Poesia suggestiva, ricca di immagini potenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0