PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parole

Mastico parole,
le faccio mie,
le sento.
Grazie a loro
riesco a volare,
a vivere.
Parole che
sostituiscono
le mie gambe.
Con le parole
vado ovunque,
scavalco i muri.
Mi piace pensarle,
scriverle,
buttarle fuori.
Mi piace giocarci,
con loro,
formare pensieri.
Parole come farfalle,
svolazzano,
intorno a me.
Io le acchiappo;
poi le chiudo
dentro il barattolo dei sogni.

 

1
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 22/12/2013 18:49
    Bisogna sempre essere ingordi di parole, impararne il più possibile e usarle, giocarci. Bella
  • Auro Lezzi il 21/12/2013 11:20
    Ma le tue non sono solo parole... C'è parecchio di più...
  • Rocco Michele LETTINI il 21/12/2013 10:41
    Con le Tue parole hai forgiato una poesia: la poesia della vita!
    IL MIO ELOGIO E IL MIO AUGURIO DI UN FELICE NATALE.
  • Caterina Russotti il 21/12/2013 10:41
    Parole che volano... Vibrando come libere farfalle e che fan sognare... Stupenda
    Un felice Natale A te e chi ti circonda...

3 commenti:

  • Laura sansone il 22/12/2013 07:42
    grazie di cuore a tutti voi!!!!
  • giorgio lovisolo il 21/12/2013 15:52
    molto sensibile e delicata scrivi in punta di penna, tu...
    mi piace molto
  • Anonimo il 21/12/2013 13:48
    Anche io, sai, devo sostituire le gambe con molto altro... E che gioia scoprire sempre che nulla è insostituibile, tranne il SOGGETTO CAPACE DI QUALSIASI SOSTITUZIONE!
    Vera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0