username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Maledetta poesia... (ad un passo dalla pazzia...)

Sole contro sole
Luna contro luna
amica, nemica, vicina
parente, conoscente, sconosciuta.

Amico mio, il protagonista,
fetore di un tempo andato,
ringhiere di idee impossibili, le ricordi?
la mia mente è malandata.

Violata indecenza,
dimmi chi sei
ora ha importanza
verme della mia mela
spunta dal buco marcio,
saluta e sorridi,
sei in diretta.

Sole contro luce
luna contro oscuro
dimmi chi vincerà,
dimmi chi vincerà.

ehi amico mio, il protagonista
hai visto quella stella?
quanto è bella...
ehi amico, non mi pugnalare mentre guardo in alto;

Oscurità,
manto nero intriso di diamanti
entra dalla mia finestra e vienimi a trovare
svegliami dal sonno pesante che mi fa sudare,
forse domani sarà una bella giornata, forse...

voglio dire la mia
balbetto qualcosa e mi taccio,
e leggo nei vostri occhi pena per me,
ed io mi perdo nel labirinto del cervello,
per non cadere in basso,
e trovo buchi neri
pieni della mia stupidità,
cado giù.

Sto male, ma voi giratevi dall'altra parte,
mi prude il cuore,
strofino il mio petto con le unghie
fino a sanguinare.
sto male, ma voi giratevi dall'altra parte.

Tutto è amaro,

12

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia il 22/12/2013 22:14
    Non appare tanto pazzia, quanto riconoscere la propria paura il proprio male e magari aiutarlo. Il problema è che senza strumenti spesso ci sentiamo persi; spesso e purtroppo non pedaliamo senza bici e non siamo felici senza l'oggetto della nostra felicità. Riguardo alla testura magari un po' irregolare nella forma ma comunque convincente. Evince da questi versi un'amarezza sincera verso il mondo circostante, e la società ci insegna che spesso questo reclama instabilità. Complimenti, a rileggerci.

4 commenti:

  • Fabio il 10/01/2014 22:34
    grazie a tutti per la lettura e per i comment e la recensione
  • Alessandro il 22/12/2013 18:50
    Quasi un'overdose di versi per scampare alla tragica quotidianità, al senso di inadeguatezza.
  • Anonimo il 21/12/2013 14:35
    poesia dalla quale si evince inadeguatezza, disagio... che non tutti riescono a capire... versi forti ed incisivi...
  • Anonimo il 21/12/2013 14:06
    È difficile da leggere questa tua poesia, ma "NON MI GIRERO' DALL'ALTRA PARTE"... Vorrei poterti dare, Amico, ciò di cui hai bisogno... Quel Bene tutto tuo che ti manca... quello autentico, non falso, capace davvero di esser fonte di gioia. Ma lo puoi trovare solo TU, se non lo aspetti dagli altri.
    Vera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0