PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Panico

S'aggroviglia l'aria in gola
il cuore sbatte

il mondo gira tutt'intorno
su di una vorticosa
giostra impazzita.

E poi il terrore
inspiegabile
che invade l'anima e ti lascia lì
impietrita
a fissare il nulla.

Come vorrei amica mia
che vedessi la mia mano tesa,

ma non sono altro che un volto sfocato
su di una maledetta giostra impazzita.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 26/12/2013 15:44
    Bella la conclusione, che concretizza visivamente la cieca follia della società odierna. E in questi momenti, a volte, manca una mano amica a riscaldare.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0