PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Negli anfratti di un mare distorto

Parlami,
parlami sempre
che nella tua voce io mi sento,
sul tuo sorriso io mi vedo.
Largo e risacca son dimensioni
d'un tormento solo
andata e ritorno
della mia inquietudine.
Cercami,
cercami e parlami
nelle notti insonni
in cui abbraccio la tua assenza
stringendo cuscini, distanze e dubbi
mentre t'amo e temo.
Temo altri occhi
e tremo.

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 30/12/2013 08:52
    Giochi di parole e di rimando in dubbi a esprimere un grande amore sempre grande nell'esprimere emozioni molto bella
  • Caterina Russotti il 30/12/2013 00:59
    Un'amore romantico piuttosto tormentato. Bella

0 commenti: