username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il matto

Non scendo, neppur se mi leghi,
da questo mio magico volo:
sei tu che, pur sciolto, ti pieghi.
Son matto; mi chiedi perché?

Non vedi che parlo da solo
dei campi, dei fiori, degli altri?
Tu invece a ogni simile parli
e parli, ma solo di te.

 

7
9 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia il 08/01/2014 14:17
    Forte musicalità in poche parole, con un pizzico di amara ironia che meglio descrive l'attuale mondo in cui viviamo. Bravo, molto apprezzata, complimenti!
  • Giulia Aurora il 01/01/2014 08:36
    Un giro di parole ironico a far carire quanto siamo pazzi noi molto profond
  • Anonimo il 31/12/2013 15:19
    Versi intensi nella parola, nella melodia... bellissima... Buon Anno e felice 2014!!
  • Anonimo il 30/12/2013 17:33
    Per me, qui, i malati di mente non erano proprio nella mente di Alessandro. Io, questa bellissima poesia l'ho sentita tutta e solo esaltazione dello stare lontano dallo sterile e triste ripiegamento continuo su di sé... Che impedisce di cogliere il tanto di bello e buono che, nonostante tutto, esiste attorno a noi... Soprattutto se ci solleviamo da terra... da tutto ciò che è "terra terra"! Bellissima, Alessandro.
  • Rocco Michele LETTINI il 30/12/2013 17:24
    Nel mio paese c'è una Casa Alloggio per questi diversamente di mente che portano a commiserazione... Hai fotografato egregiamente la questione con versi di profonda verità...
  • Antonio Garganese il 30/12/2013 16:20
    Importante tematica sulla follia, guardando in maniera approfondita alcune stranezze sono geniali ma non tutti hanno il coraggio di affermarlo, hai fatto bene a scriverla. Complimenti e auguri.
  • Grazia Denaro il 30/12/2013 15:59
    Mi pare che da questi versi il matto tra i due sia quello che si ritiene sano di mente. Una bella poesia scritta con versi scorrevoli e piacevoli alla lettura. Apprezzata. Buon pomeriggio Alessandro!

9 commenti:

  • bruna lanza il 17/01/2014 22:13
    ma solo di te... nulla dicendo, bravo
  • augusto villa il 09/01/2014 00:04
    Quanto e' vera questa poesia! ---------
  • Luca Cruciani il 03/01/2014 13:50
    Alessandro, davvero un'ironia geniale. Complimenti!
  • morena paolini il 02/01/2014 18:49
    continua a volare. Non sei matto. Morena.
  • morena paolini il 02/01/2014 18:44
    Continua a volare. Non sei matto! Morena.
  • Anonimo il 02/01/2014 07:21
    Notevole significato in questa bella poesia... ciaociao
  • stella luce il 30/12/2013 22:06
    davvero bella... chi è il vero matto in questo mondo... bravissimo
  • Anonimo il 30/12/2013 16:50
    Mi piace moltissimo; condivido la tua frase finale:
    ... Tu invece a ogni simile parli
    e parli, ma solo di te.
  • Grazia Denaro il 30/12/2013 16:00
    Mi pare che da questi versi che il matto tra i due sia quello che si ritiene sano di mente. Una bella poesia scritta con versi scorrevoli e piacevoli alla lettura. Apprezzata. Buon pomeriggio Alessandro!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0