PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La festa

Cartacce agli angoli
cibo avanzato
troppa gente usa queste strade
come fossero le scale di casa
io vedo
una signora piena di anelli
triste e sola
tutta tirata
coi capelli tinti

E abbagliano tutte queste luci
i colori
un deserto di case e palazzi
io vedo
un acquedotto rovinato dal tempo
buono solo
per qualche distratta foto

Il vento accarezza ogni pelle
freme
e bacia gli occhi
muove ogni mano
non parla, non pensa
non splende nemmeno

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 25/03/2017 01:37
    aprezzata... complimwenti.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0