username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La mia penna

Fu mostro da bambino
con inchiostro e pennino,
dura dalle medie al liceo,
severissima all'ateneo.
Oggi m'è sempre vicino.
Ormai siamo amici,
spartiamo giorni tristi e felici,
ma nel tempo siamo cambiati:
appassiti, sfioriti e invecchiati.
Leale, è fidata, ma a volte banale.
Lo sbaglio non perdonava
curava ogni dettaglio,
or dice spesso: smettiamo,
sei vecchio ti trema la mano.
Sovente si esaurisce
disattende, non ubbidisce;
ma se triste trova il mio brano
mi consola dicendo: cambiamo;
poi ripete e tenera insiste:
coraggio ricominciamo.

 

4
8 commenti     8 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

8 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 09/01/2014 19:23
    Un cammino sapiente e un elogio allo strumento di penna che muta e ci accompagna oer le nostri percorsi nelle stagioni
  • Anonimo il 05/01/2014 17:43
    Un tenero colloquio a due con l'amica che ha accompagnato i primi anni del nostro apprendere. Un tempo pennino ed inchiostro, macchie e carta assorbente. Quanta fatica che in pochi oggi conoscono. Ma quella vecchia penna quanta utilità ci ha dato? Difficile da capire oggi che usiamo il PC e tutto è diventato più facile, per me quasi ormai indispensabile. I versi miei migliori sono stati scritti al Pc: più immediati, facili da leggere e da cambiare. Ma le ultime due poesie le ho scritte a matita. E sì, la cara matita di Marino Moretti. Ma anche questo poeta quanti se lo ricorderanno? Forse coloro che hanno avuto una maestra che si chiamava Lia, la dolce Signora Lia dei suoi versi, scritti a matita.
  • Alessandro il 05/01/2014 17:07
    La penna, mostro indomabile da bambino, oggi compagna fidata. Versi originali e pregiatissimi. In pratica è cresciuta con noi.
  • Anonimo il 05/01/2014 13:07
    Verso leggero e fluidità di un linguaggio limpido e immediato... bellissima complimenti!!!
  • Anonimo il 05/01/2014 11:50
    Non si smette mai, se mai si continua nella diversità, partendo dal vissuto e dall'esperienza.
    Molto bella Ugo!
  • Rocco Michele LETTINI il 04/01/2014 19:29
    LA TUA PENNA? IL TRACCIATO DE LA TUA SAPIENZA! FANTASTICO UGO...
  • Anonimo il 04/01/2014 18:20
    La severità di giudizio nasconde un'intima condivisione d'intenti che rafforza il rapporto d'amore. L'ho letta con grande piacere, soprattutto, per l'eleganza del ritmo.
    Buona serata ed auguri sinceri.
  • Caterina Russotti il 04/01/2014 17:44
    Una penna che non solo ti fa compagnia ma porta il tuo sentire, il tuo essere nel cuore in chi ti legge.

8 commenti:

  • Rosarita De Martino il 02/02/2014 17:51
    È bella l'immagine della penna che segue con partecipazione e motiva il cammino dell'autore. Profonda la chiusa del verbo di movimento: ricominciare. Tale verbo riempie la vita di giovane speranza. Con gratitudine e simpatia. Rosarita
  • Anonimo il 06/01/2014 17:16
    La penna, mia compagna-amica da una vita. Ho scritto valanghe di lettere, di diari personali, poesie...
    E lei caro Ugo, non abbandoni la sua penna, così continueremo a leggere le sue bellissime poesie, come questa ad esempio...
  • mariateresa morry il 05/01/2014 15:40
    Ugo, è sempre piacevole leggerti. Poi tu hai quella saggezza, esperienza dell'età che dona un tocco di disincanto, di pacatezza. La fine è di un riservato ottimismo... il tutto mi ha fatto pensare alla bella persona di mio padre che fa come fai tu... Grazie e auguroni tanti!
  • Anonimo il 05/01/2014 14:17
    Molto bella, una poesia di una delicatezza d'altri tempi... io conservo ancora i pennini Presbitero ed altri, di marca tedesca, i Montblanc... favolosi quelli a tre fori, a lancia... bravo Ugo, sempre belle le tue poesie. ciaociao
  • Chira il 05/01/2014 13:43
    Eleganza per la tua penna che è... come una bacchetta fiorita di un direttore d'orchestra!
    Chiara
  • Anonimo il 05/01/2014 10:32
    un aggetto decantato in righe di poesia, con la solita bravura bellissima lirica... amica fedele che continua ad essere al tuo fianco... sa che con la tua guida scriverà opere bellissime...
    con stima ed affetto ciao Ugo
  • loretta margherita citarei il 04/01/2014 17:26
    LA TUA PENNA È MAGICA COME LA BACCHETTA DELLE FATE, BELLISSIMA UGO
  • nicoletta spina il 04/01/2014 16:22
    La tua penna ti è amica da sempre e ti accompagna nelle mutevoli scene della vita, ora sai bene come farle esternare il tuo meraviglioso poetare... Tienila sempre con te. Un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0