accedi   |   crea nuovo account

Dopo la nebbia

Il gelo, mordeva instancabile
l'incanto della natura sopita dalla Stagione
la nebbia sbiadiva, incerti e sperduti chiarori
Vitae
tormenti quotidiani aleggiavano lenti
sull'eloquio incerto e stupito
di questo mattino
il primo, figlio di una vendetta senza fine
contro la terra degli umani
intrisa di malvagità e blasfemia
braci eterne, alimentavano il fuoco del peccato
l'ancestrale follia sfamata senza sosta
cagionava
volute, stordite dal vento d'Oriente
l'Essenza, paludata d'eterno
svelerà il passaggio
forche caudine, senza l'impalpabile Tempo
dove il Pane e il Sale avranno un nome
in quella Terra senza confini, bandiere e dolore
ma
non sarà per tutti

 

0
6 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 05/01/2014 17:48
    La vita terrena intrisa di malvagità e peccato o la vita eterna? Che però non sarà di tutti.
    Questo ci attende dopo un giorno di "gelo e nebbia".
    Versi profondi che fan riflettere.
  • Rocco Michele LETTINI il 05/01/2014 17:41
    Un attento osservare in un verseggio che porta a meditar... UN VERSO DI CHIUSO ELOQUENTE...
  • Alessandro il 05/01/2014 16:51
    Versi difficili, colmi di riferimenti al mito, al quotidiano, che ci presentano l'ineluttabilità di ogni cambiamento.

6 commenti:

  • ignazio de michele il 05/01/2014 18:37
    Caterina, centrata la tua disamina. grazie
  • ignazio de michele il 05/01/2014 18:36
    Alessandro e Rocco Michele grato del vostro vergato conforto. ciao
  • ignazio de michele il 05/01/2014 18:33
    Leonessa... sempre grato della Tua presenza
  • loretta margherita citarei il 05/01/2014 17:53
    splendida poesia, complimenti mitico ignazio
  • ignazio de michele il 05/01/2014 14:00
    grazie Carla... ciao
  • Anonimo il 05/01/2014 13:40
    versi icisivi e forti quasi un monito a preparazione di ciò che accade ed accadrà... profonda lirica...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0