accedi   |   crea nuovo account

Al di là della vita

Amico, vai credendo
ancor che possa un viaggio
lontano, un bel paesaggio
mondare il mio criterio?

Per quanto ognun si danni
avanza ben sicuro
l'ingiusto che negli anni
vacilla ma non cade;

da molto ho fatto orecchio
a spettri mormoranti,
a barbari e arroganti
che annacquano lo specchio.

Non credere che in seno
mi batta un desiderio
di fuga. Non attendo
un volo, nessun treno.

Solo se scardinasse
del tempo i grevi infissi,
solo se mi portasse
in gita negli abissi.

E dopo questo, forse
avrò chiaro ogni inciampo
di mille e mille strade
mai viste o già percorse.

Niente sfide o rancori
a usar parole mie;
non vedrò più i timori
strozzar le fantasie.

Mi adagerò nel campo
di vita svincolata
tra l'ondeggiare puro
dell'erba non falciata.

 

6
9 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 07/01/2014 13:33
    Una chiara e lucida riflessione quasi a duellare con la vita e le sue ragioni sempre incredibile questo autore dalla mente fervida
  • Anonimo il 06/01/2014 18:18
    Versi che danzano su di una variegata esperienza interiore... bellissima!!!
  • Anonimo il 06/01/2014 17:54
    Uno sguardo disincantato al passato e una speranza per il futuro nell'adagiarsi tra l'erba incontaminata. Una lirica intensa e profonda!
  • Vincenzo Capitanucci il 06/01/2014 13:24
    Bellissima Alessandro ottimi settenari... niente sfide o rancori... votrei solo chiarirmi.. e ritrovar la verginità dei campi..
  • Anonimo il 06/01/2014 13:13
    Impressioni espresse, non soltanto con la maturità del linguaggio letterario, ma anche con l'accurata analisi che nasce dalla maturità.
    Molto bella Ale!
  • Caterina Russotti il 06/01/2014 13:00
    Uno sguardo alla vita passata per poi adagiarsi in un campo la cui verde erba profuma di nuovo... Di futuro stupenda
  • Rocco Michele LETTINI il 06/01/2014 10:42
    Mi adagerò in un campo ancora verde ove potrò annusare la vera essenza che gratifica la vita... Un diligente verseggio che focalizza il malsano subito... Riflessione da riflettere per chi non osa riflettere: questo è il messaggio che evinco da sì meditato costrutto...

9 commenti:

  • Anonimo il 07/01/2014 18:54
    Bella poesia, grande significato... e poi la costruzioone perfetta, settenari con rime convincenti... una poesia profonda e ben gestita... bravo.
  • Anonimo il 07/01/2014 16:52
    veramente bravo ale... padrone di quest'arte ci regali sempre opere bellissime...
  • Maria Rosa D. il 07/01/2014 14:00
    Significativa e filosofica poesia scritta come sempre magistralmente. Un vero poeta!!!! Ciao.
  • Mario Olimpieri il 07/01/2014 11:06
    Hai espresso veri sentimenti poetici e profondi momenti di vita.
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 07/01/2014 00:18
    ... ebbravoragazzo!...
  • Aedo il 06/01/2014 17:05
    Veri molto intensi, profondi, espressi attraverso una ricca cornice stilistica. Bravo!
  • Anonimo il 06/01/2014 16:42
    "Niente sfide o rancori
    a usar parole mie;
    non vedrò più i timori
    strozzar le fantasie."

    Molto bella e significativa Ale!
  • Anonimo il 06/01/2014 15:23
    Bei versi espressione di crescita personale.
  • Ugo Mastrogiovanni il 06/01/2014 10:52
    Versi frutto di quella maturità che solo un uomo e un poeta può arrangiungere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0