accedi   |   crea nuovo account

Azzardo a levarsi

Ed ora il muto
Ogni cosa raccoglie

L'urlo del mio silenzio
S'accalca prepotente
Nello spirito mio

Grida e fa scendere
Lacrime agri

Che schiacciano la vita
Feroce a tamburo battente
Come magma
Che corre giù nella piana


E, il pulviscolo librano
In alto a ricroprire ogni cosa

Oh fato duro e feroce
Or ti dai alla fuga, per ogni volta

Azzardo a levarmi, risorgere
E tu senza clemenza
M'accantoni mi demolisci
Ad abbandonarmi sola

 

3
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/02/2014 00:07
    Molto apprezzata... complimenti.
  • Alessandro il 06/01/2014 16:32
    Bisogna sempre osare e rialzare la testa, questa è già una vittoria nostra e una sconfitta per chi ci umilia. Piaciutissima
  • Caterina Russotti il 06/01/2014 13:09
    È il fato che si accanisce su colei che lotta sempre e cerca di rialzarsi.. Un urlo che vorrebbe dire basta! Stupenda
  • Rocco Michele LETTINI il 06/01/2014 12:31
    Oh fato duro e feroce... lo griderei fino a stordirlo!
    Un rabbioso verseggio doverosamente forgiato... IL MIO ELOGIO GIULIA...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0