accedi   |   crea nuovo account

Permesso?

Ne l'aria
sobria e candida,
leggera l'anema mea
volar sento,
vento forte
da lo meridione
soffia,
non intacca
o scalfisce
l'ego meo,
candido e puro
da le ali
avere di già,
e a le porte
de Pietro,
co' gran' inchino,
se presenta
e avanti
va.

 

0
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 07/01/2014 18:33
    L'arrivo dell'anima da San Pietro come un vicino di casa che passa a salutare. Acuta e allegra.
  • Rocco Michele LETTINI il 07/01/2014 17:55
    Stupenda ne la sua mirabile sequela...
    Permesso? Entri pure l'anima candida! (Però è presto Don... altro pensare)
  • Caterina Russotti il 07/01/2014 17:42
    Un'anima candida non ha paura di varcare le porte del paradiso. Stupenda Don.
  • Anonimo il 07/01/2014 15:45
    l'anima che vola delicata verso la porta del Paradiso... facendo un inchino... prima di entare...

2 commenti:

  • Anonimo il 07/01/2014 20:10
    Un'anima senza colpe si presenta a San Pietro per varcare la soglia del Paradiso. Molto bella e originale!!!
  • Don Pompeo Mongiello il 07/01/2014 18:13
    Devo scusarmi, questo non è affatto un Acrostico, volevo indicarla come Introspettiva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0