PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mio cuore

Si apre il grande cuore di ghiaccio
quando il treno penetra
la teatrale stazione
è uno sbalzo di pulsazione
sciocco e febbrile
in questa fottuta città
tutto mi ruota in testa:
le cose brutte
le cose belle
le cazzate...

Brulicano come questa gente indaffarata
ai bordi dei caffè
e delle boutique chic
in continua ricerca
di tempo da occupare...

tra numeri:
zero
primi
negativi
positivi
ma tutti numeri che si perdono
nella grandezza
nel lusso
e nel degrado
in giochi di ruolo
in cui si incastrano
vite perfette
tra alieni che guardano ai margini
con occhi tristi
ma straordinariamente vivi...

Brulicano come questa gente indaffarata
ai bordi dei caffè
e delle boutique chic
in continua ricerca
di tempo da occupare...

Tra rimpianti finti
oppure sottili
in gallerie
che sfociano in monumentali
scene macabre
c'è chi muore
e chi sopravvive
ma tutto rapidamente...

Il treno è giunto a destinazione
e il mio cuore si scioglie

 

7
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 09/01/2014 21:28
    Lusso e povertà in questi tuoi bellissimi versi.

5 commenti:

  • frivolous b. il 14/01/2014 09:24
    Augusto non posso che ringraziarti di cuore (ora che ce l'ho sciolto!)...
  • augusto villa il 14/01/2014 00:13
    Bella... Gli ultimi due versi poi... chiudono molto bene e danno una doppia dose di intensita' alla poesia... Ottimo il contenuto. ----
  • frivolous b. il 09/01/2014 10:00
    grazie "tesori" siete degli angeli!
  • Alessandro il 08/01/2014 18:07
    Una rinascita che corrisponde al disgelo interiore.
  • loretta margherita citarei il 08/01/2014 17:17
    profonda bella poesia apprezzatissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0