accedi   |   crea nuovo account

Il contadino

Giorni immensi passano lenti,
mentre le mani bianche e tremanti,
spezzate dal vento e dai campi
si alzano a fatica.
Asciugando un sudore
genuino e candido come neve,
le giornate al caldo
in compagnia di una fiamma
ed un ceppo d'ulivo rugoso,
sgranando sfere
divengono biglietti sicuri per il Paradiso.

 

6
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 07/02/2014 14:21
    chi ha lavorato la propria terra... con Amore... miete paradisi...

    molto bella Antonio.. in compagnia di fiamma... e di ceppo d'ulivo rugoso... s'eleva in favilla...
  • Caterina Russotti il 09/01/2014 21:32
    Un lavoro umile legato alle stagioni ed alla natura che richiede tanta forza d'animo. Bellissima
  • Alessandro il 08/01/2014 18:04
    Chiusa azzeccatissima: un lavoro umile e nobile ci eleva. Per salire in cielo bisogna guardare alla terra.

2 commenti:

  • Anonimo il 08/01/2014 17:33
    Bella e condivisa la dedica per il contadino. Bravo, complimenti.
  • loretta margherita citarei il 08/01/2014 17:19
    santo il lavoro nei campi, bella poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0