accedi   |   crea nuovo account

Riudito con forza

Serrate son le labbra, suggellate

Non fiorisce un ide
Ne una parola

Nondimeno al centro
C'è un universo infinito
Che tremulo oscilla
A dar rimando ad un acuto silenzio

Suono che torna insieme, riudito
Con forza..

Un soliloquio marcato e netto
Che immoto urla
"Eleva un mutamento, ti prego".

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Alessandro il 10/01/2014 00:45
    Il bisogno quasi spasmodico di un cambiamento, un chiedere alla sorte "Se ci sei, batti un colpo". Apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0