PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Riudito con forza

Serrate son le labbra, suggellate

Non fiorisce un ide
Ne una parola

Nondimeno al centro
C'è un universo infinito
Che tremulo oscilla
A dar rimando ad un acuto silenzio

Suono che torna insieme, riudito
Con forza..

Un soliloquio marcato e netto
Che immoto urla
"Eleva un mutamento, ti prego".

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Alessandro il 10/01/2014 00:45
    Il bisogno quasi spasmodico di un cambiamento, un chiedere alla sorte "Se ci sei, batti un colpo". Apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0