accedi   |   crea nuovo account

Dove si corica il cielo

E lei si fermava, esisteva
Fra le luci piccine
Nelle foibe impreviste
Che acchiappano poi inprigionano
Il cammino dei giorni
Ed ululano alla luna

Allucinazioni di deserti
Senza sguardi

Come sacrario in gennaio
Sommerso a dar cerchi a pozze di cielo

Corridoi stretti e scomodi e netti
Quando e la dove si corica il cielo

Inclinava la nuca obliqua
Gli occhi scomodi socchiusi

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 10/01/2014 06:47
    Una fantastica sequela che lascia l'incanto della vita.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0