PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Indolenza

La voglia di innovare
forte pulsione
che non si sa capire

chi la porta
usa il sogno di un altro

quello che la riceve
non la può apprezzare
perché sente dentro sé
la più netta perfezione.

 

0
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 11/01/2014 11:27
    Credo che tuttao nasca dal fatto che non si può giocare con la vita e/o i sogni altrui.
    Bella
  • silvia leuzzi il 10/01/2014 20:55
    Questi versi non versi che si snodano quasi incomprensibili dove bisogna scavare dentro la semantica delle singole parole per raggiungere un significato unitario nel quale ritrovarsi. Il titolo racchiude un concetto lontano dal mio sentire e mi ritrovo nei versi finali - quello che la riceve
    non la può apprezzare -
    Particolare questa tua Antonio ma mi è piaciuta

3 commenti:

  • laura il 31/01/2014 10:18
    Ognuno di noi sente la voglia di rinnovare, di cambiare le cose, ma poi resta solo un pensiero e nessuno agisce... hai detto bene, molti che ci provano, usano il sogno di un altro! alle volte chi la riceve è spaventao e non sa accogliere questo cambiamento che potrebbe essere positivo! é una poesia molto complessa, bisogna leggerla più volte per centrare il vero significato delle tue parole, ma la trovo originale e con un significato profondo bravo! ciao
  • Anonimo il 11/01/2014 18:27
    usare il sogno di un altro... per non faticare troppo... indolenza bravo anto sempre profondo
  • Anonimo il 11/01/2014 07:33
    Credo proprio che questa poesia sia entrata nel vivo della netta separazione tra aspettative del popolo, della gente, e rappresentatività dei politici che difficilmente riescono a cogliere questa voglia di innovare... indolenza, e altro. ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0