PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Che mia terapia

Per una volta
che sia celeste pur se senza dio
giustiziare le ingiustizie
che fanno cancro del nostro essere.

Essere davvero
nel vero meritevole
che butta il vomitevole
per politica dell'onorevole esistere.

E non che ai mali
già rei di levarci l'ali
si sommi il prezzo insulto
orrendo banco noto idolo dell'odierno culto.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 12/01/2014 07:44
    Sono d'accordo, per una volta che sia giusto giustiziare le ingiustizie. Ottima poesia piaciuta.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0