username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Indomita

Penso spesso ai tuoi ostinati mutismi
a quando eviti di replicare,
intanto ho in mente il tuo sorriso
che esplode a riempire spazi senza tempo.

Sento il tuo fastidio nascosto
di ciò che ti fa galoppare
verso mete che si dissolvono
accorciandosi nell'incertezza.

Spirito nella ribellione
che si scontra nell'imponderabile...
non ti arrendi mai
lotti con tutto l'ardore che è in te.

Esausta riprendi
agitando le ali verso la libertà
sconfiggendo ogni remora nascosta
abbracciando la vita sorridendo.

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 15/01/2014 22:17
    L'incomunicabilità vera, quella figlia del dolore e della testardaggine. La chiusa risolutrice ci sta.
  • Caterina Russotti il 14/01/2014 17:32
    Meravigliosa, versi che trasmettono forza, coraggio e una gran voglia di vivere... Bella la metafora delle ali che si agitano per volare verso la libertà.
  • Rocco Michele LETTINI il 14/01/2014 07:31
    Riprendere il cammino per abbracciare di nuovo la vita sorridendo è il vero salvifico farmaco che ridonana serenità e conforto... SAPIENTE DECANTO...

3 commenti:

  • AlfaCentauri il 16/01/2014 13:30
    ... te l'ho già detto: questa mi piace molto!
  • Anonimo il 14/01/2014 11:07
    Concordo col commento della poetessa Loretta Margherita Citarei.
    Ottima poesia Giuseppe!
  • loretta margherita citarei il 14/01/2014 04:45
    mai arrendersi, anche se a volte ci vuole molto coraggio a vivere più che a morire, bellissima peppì

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0