PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'inconscio

Ci sono punti nel tempo, nei quali
decidi di essere assente.
Assente da quei luoghi, che conducono
al niente e confidi, che tutto
non trabocchi dal confine,
che circoscrive l'immobile e
l'invisibile. Hai pensato di non
andare più da nessuna parte
non prima di aver imparato
muoverti sul posto colmando
vuoti d'aria e lacune nel terreno;
che danno luogo luogo allo spazio
di ciascuno. Basterà una leggera
rotazione per entrare nella meraviglia
d'essere di ogni cosa. Sarà lento
il passo, all'alba di un nuovo
giorno, lungo il luminare dell'immane
storia che ti porti dietro.
Danza elegantemente sul lago della
inarrestabile vita, una libellula
completamente assorta nei suoi pensieri.

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 16/01/2014 01:20
    Molto bella l'immagine della libellula che danza, assorta nei suoi pensieri. Stupenda poesia. Complimenti
  • Alessandro il 15/01/2014 22:05
    Una leggera rotazione per entrare nella meraviglia d'essere di ogni cosa. Versi profondi ed eleganti. Mi riportano alla mente la meditazione orientale, il giardino epicureo.
  • Rocco Michele LETTINI il 15/01/2014 17:59
    Una chiusa mirabilmente coniata che fa da corona a n'aurea sequela... ELOGIABILE FRANCESCA

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0