accedi   |   crea nuovo account

Nuvola

Vorrei innalzare il mio pensiero
sino a toccare l'immensità di alti cieli
perdermi e ritrovarmi nell'indaco
della sua e mia essenza

sentire il mio corpo leggero
come una folata di vento
e sdoganare il peso della quotidianità
per il viaggio verso il sereno

Vorrei essere la nuvola
che gioca a nascondino con il sole
volare in compagnia con piccole particelle di sogni
inventare la fluida atmosfera poetica
nello spazio interstellare
sentirmi perfetta nella mia vissuta imperfezione

finalmente lontana dal turbinio e dal rumore della terra
e vicina al respiro ed al silenzio del cielo
mi sentirei Regina felice di sapere
che quando inizio a piangere innaffio orti, giardini e fiori

e poi la carezza del sole mi donerà nuova allegria
ed è forse qui il nocciolo della magia

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/01/2014 10:45
    Un desiderio di toccare vette e realtà più elevate, liberandosi dalla meschinità del quotidiano. Molto bella!
  • Rocco Michele LETTINI il 16/01/2014 09:23
    Solo il sole illumina la quotidianità... Solo l'amore riporta calore... Questo è il messaggio che hai trasmesso sapientemente...

11 commenti:

  • Anonimo il 30/01/2014 17:43
    lirica intensa e bella nico... un volersi librare in alto in spazi infiniti... bella anche la chiusa sei brava un bacione
  • augusto villa il 26/01/2014 17:15
    ... volar coi sogni...
    belle immagini, Nicoletta! -----
  • nicoletta spina il 17/01/2014 08:33
    Grazie infinite a tutti per i bellissimi commenti.
    Un grazie particolare ad Alessandro per il consiglio prezioso
    ( l'ho modificata ed ora è più leggera )
    Un caro saluto a tutti/e
  • Caterina Russotti il 16/01/2014 21:39
    Toccare l'immensità del cielo per sentirsi allegra e libera di essere perfetta nella sua imperfezione, stupenda Nicoletta.. mi piace molto la frase" perdermi e ritrovarmi nel indaco della sua e mia essenza.
  • Anonimo il 16/01/2014 19:04
    Bellissima e condivisa la tua poesia.
    In particolare, mi piacciono le due ultime due strofe.

    Brava Nicoletta, felice di rivederti bel sorriso!
  • Alessandro il 16/01/2014 18:10
    Carina, ma penso che i versi siano da diluire un po': la lettura rischia di divenire pesante.
  • Ugo Mastrogiovanni il 16/01/2014 16:59
    Ho letto versi atroci sulle umane carenze e la mancata accettazione delle proprie limitatezze, qui ammiro proprio il contrario. Nicoletta Spina sa riconoscersi, sa che come tutti gli umani è una creatura imperfetta e piena di difetti e. invece di rammaricarsi, si canta. I suoi versi sono un canto delicato e riconoscente a quello che è e che la vita le offre. Sogna, si fa leggera e vola; il pensiero dell'immensità l'affascina e lei ne fa poesia. Bravissima. Un abbraccio. Ugo.
  • DOMENICO DE MARENGHI il 16/01/2014 16:03
    Bella e intensa, ma nello stesso tempo esprime il divenire del tempo che vorremmo fosse leggero... come le nuvole. Una felicità immaginaria che purtroppo non c'è nella realtà.
  • loretta margherita citarei il 16/01/2014 11:27
    bella poesia complimenti
  • Anonimo il 16/01/2014 09:18
    bellissima poesia Nicoletta... c'è dentro il desiderio di universalità, di purezza, di abbandono delle piccole tristezze e meschinità terrestri per elevarsi... tipico moto interiore delle anime belle, nobili, dei poeti e dei sognatori... e tu sei tutte queste cose insieme... un bacio interstellare. ciaociao
  • Vincenzo Capitanucci il 16/01/2014 09:12
    quel piccolo nucleo di sole...è il nocciolo della magia... intorno a lui.. tutto s'annuvola e danza... tutto respira... sogna forisce piange muore... e finalmente svelandosi... ride...

    bravissima Nicoletta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0