accedi   |   crea nuovo account

The times are changing?

Vanessa


Acherontia Atropos [1]
sì ! fu furbissima
e, Totenkops, volle indossare occhi di pavone.
Vanità di Vanessa![2] che gli cascò tra le braccia
inebetita[3]
Ora finalmente libera dalla Milano da bere
torna all'indagine e da un fiore all'altro[4]
godiamoci questo lyotardismo in ritardo
questa bella tiepida estate[5]

[1]Notturna, come "gli spiriti animali"del Kapitale?
[2] Inachis Io, non Ichinis, lapsus comprensibile. Diurna e solare. Ferruccio Cappelli così riassume il Lyotard de La condizione postmoderna, 1979:bisogna stare dentro la modernità, goderla senza troppi interrogativi, spostare l'accento sulla salvaguardia della tolleranza, della diversità, dell'autonomia, della creatività individuale.
[3] L'autore si riferisce al connubio (mostruoso?)tra neoliberismo tatcheriano e lyotardismo. In fondo non avremmo dovuto stupirci, satiri e ninfe l'hanno parecchie volte mostrato. D'accordo Io ninfa non era, sacerdotessa di Era e concupita da Zeus, fu però costretta peregrina da una provincia all'altra come una nuvola leggera.
[4]Non è di grandi pretese:fiori d'ortica, mele marce, buddleye
[5]lyotardismo in ritardo è il renzismo. Ciò che è un "ferravecchio" in città, scrive il Gramsci, può essere ancora utensile in provincia. Quaderni del carcere Q1 par 43

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • laura cuppone il 26/01/2014 07:27
    Invece non cambia nulla, il caos da un battito di ali, una ascesa alla caduta, una presa di "incoscienza" e tanta tanta tragedia...
    Nella sua docile complessità questa opera rivela l'ineluttabile, come leggendarie presenze furono epica soltanto un secolo fa, come non si ascolta mai una premonizione, come la finta morale e l'ignoranza trasformano la verità a loro piacimento e, ahimè, se ne servono e poi la gettano in cantina.
    Ma, si sa, bisogna anche saperli seppellire i morti, se no, prima del loro totale disfacimento, emanano ricordi dall'odore persistente...
    Tutto regolare, tutto come prima.

    Speciale, arguta, acuminata, colta e intelligente.

    Insomma piaciutissima.
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0