accedi   |   crea nuovo account

L'ultima quartina ABBA e la prima nota DO

Dove il prima
è un pretesto luccicante
già vicino a nuove nascite
i ricordi abbandonano
il corso già segnato
da un altero fiume

E la musica travolge e sospende
la mente
emerge dal corpo
per ricominciare
da capo
nell'azzardo di voler conoscere
l'affetto

Ma le parole hanno la forma
di una quartina petrarchesca
da dove tutto inizia
con un ut diventato poi do.

 

0
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesco Andrea Maiello il 23/01/2014 19:29
    Stile ermetico che ti impegna ma ti aguzza l'ingegno, complimenti Roberto
  • Caterina Russotti il 21/01/2014 16:53
    Poesia molto bella ed originale... La vita in musica che suona in armonia con il nostro essere e ne segue il suo andamento...
  • Rocco Michele LETTINI il 21/01/2014 07:47
    Un estratto di originalità brillantemente scorso... Sempre metafore da osservare... IL MIO ELOGIO ROBERTO... FELICE GIORNATA

3 commenti:

  • Alessandro il 21/01/2014 21:28
    Metrica e musicalità, nozioni teoriche e sperimentazione pratica. Anche scherzandoci sopra.
  • loretta margherita citarei il 21/01/2014 15:37
    molto originale, apprezzatissima
  • karen tognini il 21/01/2014 10:30
    Bravo Roberto... mi piace il tuo stile spesso ermetico... ti distingue
    Poesie melodiosa.. bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0