username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un attimo vivendolo

Una narrazione taciturna
tra il cuore e la mia mente
un sorriso che confonde
poi mi turba ma non disfa
con il caldo resto nudo
bevo acqua dal ruscello
quella che scende fino al mare


La tua voce mi richiama
vieni qui o resti li...
ci sono quando vuoi ti dico poi
vorrei studiare pianoforte
per fare musica al tuo fianco
con i tasti che scortano la voce
intanto che i miei occhi si perdono nei tuoi.

Non cerco prosa ne tantomeno evidenti rime
scarabocchio solo i miei pensieri
imprigionando la mia brama verso te
il desiderio di sentirti assieme a me
il tuo corpo che mi fascia
la tua pelle che mi tocca
le tue labbra che mi scremano
io che riappaio assieme a te

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 29/07/2014 13:23
    Continua per questa strada, la stoffa ce l'hai. Complimenti!

3 commenti:

  • Tony Golfarelli il 30/12/2014 20:28
    Mi rileggo casuale, ma felice di leggerrmi
  • Tony Golfarelli il 23/01/2014 08:01
    Grazie. Per la lettura
  • Alessandro il 22/01/2014 23:34
    Una sorta di presentazione/manifesto stilistico dove l'autore, in un impeto di umiltà, porge al mondo i suoi scarabocchi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0