accedi   |   crea nuovo account

Il paguro Bernardo

Lento è stato questo passare del tempo,
passion negata dall'alma mia
silente come un muggine spaventato
nello profondo mar stavo schiacciato.
Son stati, mesi, mille giornate
ormai vissute e scivolate via
senza sentir battiti o fremiti
solo un greve dolore d'aver ne cognizione.
ne ragion d'essere.
Tanto da infilar lo core mio
come il paguro cerca la sua conchiglia
e se ne corre via dolente e illuso.

 

0
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 24/01/2014 21:31
    Il paguro Bernardo.. che per quanto sia eremita... Cerca sempre la sua conchiglia per viverci in simbiosi. Molto bella ed originale
  • Rocco Michele LETTINI il 23/01/2014 06:48
    Un verseggio che rispecchia il tuo stato d'animo alla ricerca di nuove primavere di germogli d'amore... FELICE GIORNATA FRANCO

3 commenti:

  • rescaldani franco il 25/01/2014 18:17
    grazie Caterina
  • rescaldani franco il 24/01/2014 06:08
    Amici cari!
  • Alessandro il 23/01/2014 23:51
    Un sentimento che si rifugia nel proprio guscio, per guarire dalle ferite di una realtà spietata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0