accedi   |   crea nuovo account

Introspezione

La sento la tua voce,
un'eco in lontananza,
un lamento
accecato dalla troppa luce
da bagliori contaminati,
da metamorfosi
senza patto né regola.
Lo vedo il tuo sorriso
ironico, gioviale,
spinge oltre il muro
la mia diffidenza
sorretta da incognite virtuali...
problemi esistenziali
di vite determinate
da un sì... da un no
gettati nel mare
dell'incertezza
che offusca ancora
insicurezze mai risolte.
Lo sento il tuo desiderio,
piano affonda le sue unghie,
trapela esile,
dopo sguardi senza lettura,
in bianche bugie
il sentimento riaffiora.
Bari allo stesso tavolo
ci illudiamo di vincere,
ma guardandoci dentro
siamo già sconfitti.
La sento la voglia tua di me
tra i sassi della mente
tra negazioni, assensi
Io ci sarò... sarò nel tuo silenzio
e tu lo capirai...
lo svuotarsi leggero di un pensiero
che riempie di noi
soffocando,
"questa mia innata
malinconica solitudine."

 

4
7 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 10/08/2015 09:27
    Un serto floreale tutto per te per questa tua straordinaria.
  • Caterina Russotti il 24/01/2014 21:04
    Versi molto belli e toccanti. Bello leggerti... Ben tornata..
  • Rocco Michele LETTINI il 23/01/2014 17:19
    La poesia che si legge... piace la sua scorrevolezza e quanto diligentemente decantato...

7 commenti:

  • David Di Meo il 19/06/2015 09:50
    la bellezza della malinconia nei tuoi versi
  • Fabio Mancini il 25/01/2014 15:24
    Amo la tua lucidità di guardarti dentro. Un sorriso buono per te. Fabio.
  • salvatore maurici il 24/01/2014 22:21
    Poesia molto bella, versi armoniosi
  • Anonimo il 24/01/2014 22:18
    un grazie di cuore, purtroppo non sono molto presente su questo sito, ma è sempre un grande piacere riavervi qui...
  • Pino il 23/01/2014 17:16
    Poesia bellissima." Bari allo stesso tavolo ci illudiamo di vincere..." Bei versi. Brava
  • Anonimo il 23/01/2014 17:14
    Mi associo con Giacomo, Dolce Sorriso.
    Poesia sentita, molto intensa. L'ho letta più volte.
  • Anonimo il 23/01/2014 17:02
    Che bel ritorno Dolce Sorriso... bella poesia, molto introspettiva, complessa... ma il lettore attento capisce a fondo questi bei versi e la storia che li ha generati, ispirati... bellissima la chiusa, emblematica: "questa mia innata
    malinconica solitudine." ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0