accedi   |   crea nuovo account

Dov'è papà..

Mia piccola,
mia gioia
è inverno fuori
anche se il sole scotta,
il cielo è terso,
s’ode fuori musica indolente
alla finestra semiaperta..
Mia piccola,
mia gioia
t’abbraccio con le sue braccia,
ricordi… forti braccia,
ti sorrido con il suo sorriso,
ti parlo con le sue parole,
senti la sua voce..
tu mi chiedi
ma dov’è papà…
Mia piccola,
mia gioia..
nel mio cuore,
oceano di lacrime,
che la mente non asciuga..,
vive il suo pensiero d’amore..
nel mio cuore,
ripostiglio delle sue carezze,
alberga il suo respiro,
il suo Canto,
la sua Musica…
e ora, anche tu,
nella malinconia
della lontananza
cercalo nel tuo cuore
lì lo ritroverai..
sempre…
.. Ecco dov’è il tuo papà.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Fiscanto. il 28/02/2010 16:22
    Davvero notevole... ben fatta e molto tenera
  • danilo il 31/10/2009 00:33
    Brava, molto toccante.
  • francesco muscarella il 20/08/2008 09:59
    parole che solo il cuore sa dire in momenti di grandissima tristezza.
  • augusto villa il 09/02/2008 20:43
    Bellissima a dir poco!... Intensissime emozioni, hai aperto una porticina del tuo cuore... e ci ho visto... tanto dolore e tanta dolcezza... Veramente commovente...
  • Erica C. il 09/11/2007 14:58
    È fantastica, non c'è niente da aggiungere... Mi sono venute le lacrime agli occhi da quanto si sente anche da fuori quello che provi...
  • andrea veneruso il 05/10/2007 14:03
    Un brivido mi è sceso nelle vene, l'amore che traspare è cosi puro e cristallino e cosi forte e intenso da durare per sempre, un sorriso stellina
  • IGNAZIO AMICO il 28/09/2007 09:28
    Poesia di struggente dolore
    sapientemente velato da una veste poetica di autentico valore. È la cosa più bella e delicata che abbia letto finora. Un capolavoro, Mariella. Un abbraccio. I. Amico
  • Patrizia Cremona il 26/09/2007 18:51
    è l'intimità di un focolare che emana calore e vorresti che ci fosse anche lui ad assorbirne il calore.. sarebbe fiero di te, se la leggesse. pat.
  • Anonimo il 22/09/2007 13:28
    ... cerco di capire... da dove arriva il dolore... da dove nasce quel seme disperato e affranto. Una carezza...
  • Ivan Benassi il 15/09/2007 22:40
    Sono molto amico di Vittorio ma se ti... tocca, muore.
  • roberto mestrone il 15/09/2007 11:11
    Pensieri stupendi, Mariella.
    Ro
  • Riccardo Brumana il 11/09/2007 23:46
    difficile spiegare e far accettare quello che noi stessi fatichiamo ad assimilare... più che una poesia è un pezzo di cuore... complimenti Mariella...
  • Maria Gioia Benacquista il 11/09/2007 16:30
    Molto bella, le persone care, quando non ci sono più, vanno ricercate nel nostro ricordo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0