username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Piccoli/grandi

Questi piccoli/grandi maestri
in piedi su cattedre virtuali
parlano di bellezza assoluta...
parlando di ciò che a loro piace
usano la disonestà intellettuale
come arma
usando come pretesto una penna
e una biforcuta lingua
danno la caccia alle streghe
e non si accorgono che sono loro i primi a bruciare.

E non c'è più salvezza
nemmeno per la parola
che si straccia e non vola
come un nodo alla gola,
rimane solo la notte
che dolce consola.

Questi piccoli/grandi maestri
che credono di avere sempre ragione
ricercano la perfezione
in un mondo dove la perfezione
non c'è
imbastiscono campagne d'odio
finchè le fiamme del rogo
non bruciano anche la loro veste.

Questi piccoli/grandi maestri
salvatori della parola
moralizzano moralizzano
castrano e castrano
e tutto diventa fanatismo:
un danno per tutti!

 

4
8 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 25/01/2014 16:16
    Come dici tu, nessun supporto, cartaceo o digitale, è immune all'orda degli arroganti. Le teste calde non hanno confini.
  • LIAN99 il 25/01/2014 00:42
    La recensione anonima è di LIAN99
  • Anonimo il 25/01/2014 00:34
    Corposa poesia, condivisa fino in fondo. Ben scritta e dosata con la giusta indignazione. Puntuale la riflessione sulla ricorrente ed incresciosa circostanza - propria dei nostri giorni - di imbattersi in ambigui individui, pronti sempre ad ergersi a maestri e censori, facendo un uso disonesto della parola e della scrittura. In realtà, la prima, vera virtù di un autentico grande maestro è la capacità di esporre il proprio pensiero con onestà intellettuale e soprattutto con grande semplicità ed umiltà. Senza mai volerlo imporre agli altri. Piaciutissima : complimenti all'autore.
  • Caterina Russotti il 24/01/2014 18:49
    Quando si scrivono parole o versi che vengono dal cuore, nessuno può erigersi a grande maestro... Forse su errori di scrittura... Ma non sulle parole... Almeno è quel che penso io! Bravo

8 commenti:

  • frivolous b. il 25/01/2014 13:57
    grazie carissima Lian
  • frivolous b. il 25/01/2014 13:57
    Grazie di consueto cuore a tutti!... bè @Fabio diciamo che secondo me la vera domanda è: chi è che decide chi è o non è grande? In base a quali criteri: in base a quello che uno "produce"? O alla sua indiscutibile enorme umanità?... bà io sono molto scettico e relativista... e penso che abbia ragione @Stella: "tutti siamo maestri di tutti, nel senso che da tutti vi può essere qualcosa da apprendere..."
  • stella luce il 24/01/2014 18:21
    Chi spesso si erige maestro, infondo nasconde una grande insicurezza... tutti siamo maestri di tutti, nel senso che da tutti vi può essere qualcosa da apprendere...
  • Chira il 24/01/2014 16:12
    Hai fatto come una sventagliata sul mondo che parla e parla... sapessi quanti personaggi mi hai fatto venire in mente, in tutti i campi. Perfetta Friv., scritta benissimo e molto sentita e piaciuta.
    Chiara
  • Fabio Mancini il 24/01/2014 16:05
    I piccoli grandi maestri non sono all'altezza dei grandi Maestri. Vale a dire che il piccolo che s'innalza, non vale come colui che è stato eletto grande dal destino. Pertanto il piccolo resta piccolo ed il grande rimane irraggiungibile ai tanti. Qualche esempio? Martin Luther Kin, Gandi, Nelson Mandela, Madre Teresa di Calcutta, Papa Francesco e via dicendo. . . Ciao, Fabio.
  • Anonimo il 24/01/2014 15:45
    Sacrosanta verità
  • Anonimo il 24/01/2014 15:09
    Bravo hai colto nel segno
  • loretta margherita citarei il 24/01/2014 14:32
    piaciutissima complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0