accedi   |   crea nuovo account

Fino a Te

Raggi abbaglianti
fendono
il notturno immerso in lattea bruma
e
il gramelot del motore ridesta pensieri, aneliti
di una notte senza fine con gli anni del mondo
passata
a cercarti nei ricordi oramai scotti
in quel ritornello sorretto da un Do maggiore
che emoziona le mie regole Vitae
e
mi sorprendo, ad inventarmi quello che sai
con quella melodia che accompagnerà i miei domani
senza
nemmeno un bacio
Tuo...

 

1
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 25/01/2014 06:18
    Davvero molto bella Ignazio, hai aperto la tua anima nella speranza che qualcuno l'ascolti... E i tuoi versi malinconici arrivano dritti al cuore.

7 commenti:

  • ignazio de michele il 25/01/2014 19:38
    Alessandro... molto grato della tua presenza.
  • ignazio de michele il 25/01/2014 19:37
    Carla... la Tua delicatezza e sensibilità sono enormi... grazie, sempre.
  • Alessandro il 25/01/2014 16:17
    Immagini cosmiche intrecciate con suoni e sensazioni tattili. Bella
  • Anonimo il 25/01/2014 15:46
    il gramelot del motore quasi a rievocare imitare il rumore e quei fari abbaglianti di un tempo, che ancora danno luce alla notte dell'anima, senza fine... bei versi molto sentiti un abbraccio
  • ignazio de michele il 25/01/2014 09:02
    Caterina... le Tue disamine sono sempre opportune e centrate. grato. ciao
  • ignazio de michele il 25/01/2014 09:01
    LIAN99.. lieto che ti sia piaciuta. ciao
  • LIAN99 il 25/01/2014 00:52
    Caro Ignazio, mi viene da dirti solo: stupenda, al di là di ogni altro possibile commento! Mi è entrata nel l'anima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0