accedi   |   crea nuovo account

C'è un mattino

C'è un mattino
ci può essere
e tutto è silenzio.
Una vita coagulata
e allora
i denti agghiacciati,
fuori scivola un po' di luce
l'aria insonne
l'aria tiepida
e dentro
spazio accartocciato negli occhi
fino a questo momento
che brucia sulle pianelle
i respiri chiusi
nelle mani
le mani le mani le mani
si svuotano piangendo
e hanno tutto
da dire.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 25/01/2014 11:30
    Una notte insonne raccontata dalle lacrime racchiuse nelle mani. Poesia molto triste che parla di solitudine... Ma anche di uno spiraglio di luce nel quale intravedere una speranza.

1 commenti:

  • Alessandro il 25/01/2014 16:10
    Sensazioni intense, essenziali, quasi telegrafiche.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0