PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Via Monfenera

Una bambina vestita da donna
un trucco pesante sul viso,
sul corpo un vestito
stretto, molto corto
un viso sguaiato che si mostra
a volte pudico
per sedurre un passante,
un uomo qualsiasi
che la prenda con se
che la porti via
lontano da quel posto
da quella via
dove abita la violenza
e sonnecchia
sull'uscio di casa.
Ad ogni porta
lo stesso nome inciso;
miseria e dolore!
Un bambino tira calci
ad un vecchio pallone
e spera in cuor suo
di diventare un campione
per fuggire lontano
da quella strada di Palermo.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Chira il 26/01/2014 08:25
    Un'infinità di queste strade per il mondo, fatte di dolore e sogni... il Poeta se ne accorge ma fuggire è un miracolo. Bella bella, Salvatore!
    Chiara
  • Vincenzo Capitanucci il 26/01/2014 05:22
    fuggire,,, fuggire... fuggire lontano.. con un uomo... con un pallone... ma fuggire lontano...

    Bellissima poesia Salvatore... di una dolorosa realtà...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0